Logo MareMedia

Blockchain: cos’è e come funziona?

blockchain

Nel mondo tecnologico, “Blockchain” è la nuova parola d’ordine. 

Tutti i settori stanno iniziando a lavorare su applicazioni concrete, ma pochi player possono affermare di aver sviluppato soluzioni rivoluzionarie.

La storia dell’umanità è correlata a quella della storia degli scambi tra i popoli. 

L’economia si è sviluppata su un sistema di contabilità a due colonne, una per i flussi in entrata (crediti) e l’altra per quelli in uscita (debiti).

Questo modello ha sempre richiesto una terza parte fidata per garantire la veridicità dei conti: non è, infatti, concepibile un’economia basata sulla fiducia.

La blockchain ha rivoluzionato questo sistema di scambio.

La creazione della blockchian equivale all’aggiunta di una colonna al sistema classico di commercio. 

Questa colonna va sotto il nome di verifica

Vuol dire che, invece di affidarsi a una terza parte, gli scambi tra le persone possono essere verificati da un protocollo informatico.

Ma cos’è in concreto questo protocollo informatico? 

Com’è stato creato e come funziona?

Cos’è la Blockchain in parole semplici?

La blockchain è la tecnologia più promettente dall’avvento di Internet.

Il primo accenno a questa tecmologia risale al 1991, per opera di Stuart Haber e W. Scott Stornetta: si tratta di due matematici che volevano sviluppare un sistema in cui il timestamp dei documenti non potesse essere modificato.

Alla fine degli anni ’90, Nick Szabo, uno sviluppatore che apparteneva al movimento cypherpunk, propose di utilizzare questa tecnologia per proteggere BitGold, un sistema di pagamento digitale che non ha mai visto la luce.

La creazione dei bitcoin, alla fine del 2008, ha coinciso con la prima applicazione concreta. Il protocollo bitcoin, infatti, è costruito su una blockchain.

Come funziona una blockchain?

Una blockchain è un database distribuito e condiviso tra i nodi di una rete di computer.

Le informazioni contenute in questo database sono crittografate. 

Sebbene la blockchain sia conosciuta come la tecnologia alla base delle criptovalute, può avere molte applicazioni. 

La blockchain permette di registrare dati e scambiare valori in forma digitale e in modo decentralizzato, ovvero senza la necessità di terze parti.

A differenza di un database tradizionale che struttura le informazioni sotto forma di tabelle, la blockchain raccoglie queste informazioni sotto forma di blocchi

I blocchi sono gruppi che contengono un insieme di informazioni come ad esempio le transazioni.

Una volta raggiunto il limite della sua capacità di memoria, il blocco viene chiuso e legato al blocco precedente, formando così una catena di blocchi, da cui deriva io nome. 

Pertanto, i blocchi (o gruppi di informazioni) vengono registrati cronologicamente.

La blockchain consente di distribuire le informazioni contenute in questo database tra più nodi della stessa rete.

In questo modo è possibile garantire la fedeltà delle informazioni perché anche se qualcuno modifica i dati contenuti in un nodo, gli altri nodi non verranno modificati.

Questo sistema informatico consente, quindi, di registrare i dati in modo affidabile e trasparente.

Nessun nodo della rete può modificare le informazioni in esso contenute senza che gli altri se ne accorgano.

In questo modo, tutto ciò che viene registrato su una blockchain è irreversibile.

Dunque, una blockchain è un database condiviso che registra informazioni come blocchi aggiunti cronologicamente tra loro.

Per sua stessa natura, una Blockchain possiede determinate caratteristiche ben specifiche:

Decentralizzata

La blockchain non memorizza le informazioni su un server centrale. 

I dati, al contrario, vengono copiati e condivisi in rete su migliaia di computer. 

Ogni volta che un nuovo blocco si aggiunge alla catena, i computer aggiornano la propria copia del database per concretizzare questa modifica.

Trasparente

È possibile consultare le transazioni in corso tramite blockchain explorer

Tuttavia, il loro contenuto è crittografato. 

Gli utenti della blockchain compaiono con uno pseudonimo ma non sono anonimi e vengono identificati tramite l’indirizzo del portafoglio o wallet.

Sicura

Ogni blocco è chiuso da un codice hash

Grazie ad una funzione matematica, le informazioni contenute nel blocco vengono trasformate in una sequenza di numeri e lettere. 

Questa sequenza di numeri e lettere consente di identificare le informazioni senza dovervi accedere.

Oltre alla funzione hash che impedisce la modifica dei blocchi precedenti, le blockchain utilizzano meccanismi di consenso come Proof of Work (PoW) o Proof of Stake (PoS), per aggiungere nuovi blocchi.

La Proof of Work è un meccanismo di consenso in cui gli utenti della rete prestano la potenza di calcolo dei propri computer per risolvere un puzzle crittografico. 

Il primo utente che trova la soluzione vince il diritto di aggiungere il blocco successivo alla blockchain; In cambio, riceve una piccola quantità della criptovaluta che ha appena estratto.

La Proof of Stake è un meccanismo di consenso in cui gli utenti bloccano la criptovaluta di loro proprietà. 

Il protocollo informatico concede casualmente il diritto di convalidare un blocco a uno di essi. 

In questo sistema, la probabilità di essere scelti per convalidare il blocco è pari alla quantità di criptovalute bloccate. 

Maggiore è l’importo della criptovaluta bloccata, più è probabile che l’utente venga scelto per completare la transazione.

In entrambi i casi, per attaccarli è necessario possedere almeno il 51% delle risorse: la difficoltà del compito rende impraticabili gli attacchi a queste reti.

Blockchain è una tecnologia affascinante che può essere utilizzata in molti campi. Infatti, se l’uso più noto è lo scambio monetario, la blockchain può avere un impatto su molte altre aree.

Blockchain: il wallet

Come un conto corrente custodisce le valute tradizionali, così i portafogli crittografici consentono lo stoccaggio di criptovalute.

A differenza del conto corrente, però, il portafoglio crittografico consente di interrogare la blockchain per ottenere informazioni, effettuare transazioni con altri utenti in entrata e in uscita: in questo caso, non si scambiano fondi ma criptovalute.

Il wallet blockchain è la chiave di accesso alle criptovalute e alla tecnologia blockchain. 

Le funzioni dei portafogli sono sempre le stesse: ricevere e inviare valute elettroniche e controllare i movimenti, ovvero le transazioni registrate sulla blockchain. 

Ma come funzionano esattamente i portafogli crittografici? 

Sono sicuri? 

In cosa differiscono gli uni dagli altri?

Come funziona un portafoglio crittografico

Un portafoglio crittografico è dotato di una chiave privata e di una chiave pubblica. 

La prima è sostanzialmente costituita dalla password impostata per accedere alla propria interfaccia utente. 

La seconda è una sequenza di numeri e lettere oppure una frase seed, ovvero un insieme di parole connesse tra loro, più facili da ricordare rispetto a un codice di 24 cifre e lettere. 

La chiave pubblica può essere paragonata a un iban e può essere decriptata solo dalla chiave privata dello stesso conto.

Chiunque abbia l’indirizzo di un portafoglio blockchain può inviare a quell’indirizzo criptovalute. 

Il proprietario del portafoglio può accedervi attraverso la sua chiave privata.

Le transazioni effettuate tramite wallet crittografico non sono tracciabili e non possono essere revocate. 

I sistemi di sicurezza sono la caratteristica per cui un portafoglio può essere migliore di un altro.

Conclusioni

Nonostante possa sembrare meno dirompente di altre tecnologie sviluppate negli ultimi anni, la Blockchain rappresenta una grande rivoluzione per il mondo digitale. 

Al momento non è ancora stata sfruttata al massimo e sono ancora, in prospettiva, poche le aziende che hanno deciso di implementarla all’interno dei propri sistemi. 

In futuro, tuttavia, è molto probabile un deciso cambio di paradigma che porti la sua adozione ad un livello decisamente più ampio di quanto non accada al giorno d’oggi.

Leggi anche

Condividi su Twitter
Condividi su LinkedIn
Condividi su Facebook